Val Lagarina

La Vallagarina/Val Lagarina è l’ultima grande Valle del Trentino e definisce, con il suo percorso, anche l’ultimo tratto tra i monti attraversato dal fiume Adige (la cui lunghezza totale è di 410 chilometri).
La principale località della zona è la città di Rovereto, con la sua storia ricca di fascino (la dominazione Veneziana del XVI° secolo), le testimonianze dalle Grande Guerra (Museo della Grande Guerra e Campana della Pace), la sua apertura alla modernità (Museo di Arte Contemporanea “Mart”)…
L’origine di questa Valle… come tutte le valli del Trentino Alto Adige, è chiaramente glaciale ed, a oggi, è intensamente coltivata ad orti, frutteti e vigneti proprio per la sua particolare fertilità della terra e mitezza del clima
L’area, romanizzata dai Latini nel corso del I° secolo d.C. venne inglobata dalla Diocesi di Trento con l’avvento del Cristianesimo ed è citata anche da Dante Alighieri, per i suoi fianchi scoscesi, nel Canto XII° dell’Inferno.
Tra le coltivazioni vinicole più pregiate, di sicuro da citare il Marzemino, acquistabile e degustabile nelle tante Cantine e nei numerosi Agriturismi.
Per altro, la Vallagarina è nota anche per la preziosa produzione di Miele. Nella zona tra Folgarida e Lavarone è la nota “Strada del Miele”, a valorizzare le diverse qualità prodotte in zona.
L’economia locale è poi completata con la presenza di pastorizia ed allevamento di qualità.
Da ricordare, in area attigua, l’amena ed agricola Val di Gresta, detta la Valle degli Orti e delle colture biologiche e l’ottima produzione di Castagne, soprattutto in zona Brentonico.
Il territorio è famoso, altresì, per i numerosi e bellissimi castelli: non solo il Castello di Rovereto, ma anche Castel Beseno, Castel Pietra, il Castello di Avio, il Castelo di Castellano e Castel Noama.
La Vallagarina, da ultimo, è nota zona di pellegrinaggio e devozione trovandosi, ad Ala, il Santuario di San Valentino; il Santuario della Madonna della Corano, raggiungibile attraverso un suggestivo sentiero in zona Brentino; il Santuario della Madonna delle Grazie, vicino a Folgarida.
Nella attigua Vallarsa: l’antichissimo Eremo di San Colombano, a picco sul torrente Leno.
Dovunque sono percorsi naturalistici e ciclabili, il tutto racchiuso in un ambiente ancora intatto ed abitato da genti operose ed accoglienti!

Visita Val Lagarina


Trentino Alto adige, funghi
Trentino, abitazione tradizionale
Trentino Alto Adige, staccionata con muschio